Home | I nostri prodotti | Chi siamo | La maschera veneziana | Grossisti | Lavora con noi | Contattaci | Spedizione | F.A.Q. | Carrello
Pantalone
I travestimenti "particolari" dei venezianani abbiamo ritenuto opportuno affiancare alcune maschere tradizionali, legate di piu al mondo teatrale. Ci siamo naturalmente soffermati solo ad analizzare quelle più conosciute nell'area veneto-lombarda, o comunque ampiamente ospitate dal carnevale veneziano. Pantalone è la maschera veneziana piu conosciuta. Sulla sua origine non esistono dubbi, poiche, fin dalla sua prima apparizione nelle compagnie della Commedia dell'Arte, il "primo vecchio", chiamato il "Magnifico", si esprimeva nella schietta e musicale parlata veneziana. Quel nome presto decade per lasciare il posto all'immortale Pantalone. Varie come sempre le ipotesi etimologiche. Si dice che il nome derive da S. Pantaleone, uno dei santi venerati nella città, a cui e pure intitolata una chiesa. Altra possibile derivazione da "piantaleoni", nome con cui venivano designate i mercante che aprivano i loro banchi nelle terre conquistate e "piantavano" simbolicamente il Leone di San Marco allargando col commercio la potenza delta città. La professione di mercante è infatti indissolubilmente collegata al personaggio. Il Grevembroch afferma che il termine e ancora più antico e si deve ricercare in una espressione greca significante: "potente in tutte le cose". Sembra in certo qual modo avvalorata una etimologia che precede la nascita delta maschera teatrale. Pantalone è un vecchio mercante, spesso ricco e stimato, a volte completamente in rovina (Pantalon de' Bisognosi), ma pur sempre un vecchio del tutto particolare. Iconograficamente si riallaccia al "Pappus" Belle farse atellane e ai vecchi di Aristofane, Plauto e Terenzio. Vecchio, comunque, nel Rinascimento non significa sull'orlo delly tomba. Il Perrucci amava definirlo "puer centum annorum", appunto perchè, nonostante gli anni e gli acciacchi, possiede vampate di gioventù ed è ancora capace di fare le sue avances amorose, anche se malamente condotte a termine. Mostra una grande vitalità sia negli affari che nel risolvere con energia e cognizione di causa i problemi familiari. Padre spesso autoritario, al punto da giungere al sacrificio sentimentale dei propri figli, è insieme al "Dottore", il rappresentante della classe conservatrice nell'ambito della famiglia, ma con la ventata di novità della borghesia nel campo commerciale e sociale. Il suo linguaggio, a volte duro e licenzioso, si ingentilisce talvolta in forme bonarie e paciose assumendo la connotazione del "burbero benefico" goldoniano. Pantalone rappresentava 1'etica mercantile della borghesia veneziana, che, pur senza grandi velleità di blasoni, cominciava ad imporsi tra i ceti dirigenti. Il costume è costituito da un berretto di lana alla greca, una giubba rossa e calzabrache o brache come alla marinaresca, con una cintura da cui pendono o una spada o un fazzoletto o una borsa. Indossa un mantello nero, spesso foderato di rosso, e ai piedi calza delle ciabatte nere, spesso babbucce alla turca con le punte rivolte verso 1'alto. La maschera nera mette in risalto alcune caratteristiche fisionomiche: naso adunco, sopracciglia accentuate e una curiosa barbetta appuntita, che abitualmente accarezza dolcemente con le mani. Nel 1635, a Parigi, un elegantone ally come di Luigi XIII, il duca di Brunswick, si innamorò della composta eleganza dolla maschera e copiò quei curiosi calzoni, limitandone la lunghezza a poco sotto il ginocchio, perchè non si perdesse la vista delle sue belle calze ricamate e degli stivali, e diede al nuovo indumento il nome di pantalons.

 
 
Copyright © BLUEMOON VENICE - S.Polo 1578 - 30125 Venezia, Italia - Tel/Fax +39 041715175 - info@bluemoonvenice.com - Partita IVA: 03875790275